Arrivano le prime denunce per chi ha violato nella giornata di oggi le prescrizioni relative al DPCM che consente spostamenti solo nel caso di strettissima necessità: fare la spesa, salute e lavoro. Tutto per contenere l'espandersi della pandemia del Coronavirus

I carabinieri del comando provinciale di Latina, coordinati dal colonnello Gabriele Vitagliano, hanno denunciato in stato di libertà 8 persone,
A Scauri di Minturno  nel corso della tarda mattinata, due cittadine romene residenti a Mondragone (CE), venivano controllate e denunciate dai carabinieri del posto, mentre percorrevano a piedi un tratto della via appia, non sapendo fornire, ai militari operanti, elementi giustificativi circa la loro presenza sul posto, di fatto violando il citato decreto. A Fondi i militari dell'arma del luogo controllavano e denunciavano un uomo residente a San Giorgio a Cremano (Napoli), sorpreso, senza giustificato motivo, nei pressi di un supermercato del centro luogo, in violazione alle prescrizioni relative allo spostamento delle persone fisiche sul territorio nazionale. Ad Aprilia  i militari del norm hanno deferito 5 persone, alcune delle quali provenienti dai comuni di Velletri (RM) ed Albano Laziale (RM) poiché, sorprese all'interno di un pub sita in quel centro, nonostante il divieto.