Mentre impazza la caccia alle mascherine in piena emergenza, c'è persino chi ha il coraggio di approfittarsene, vendendo per buoni prodotti che non lo sono. Anche per questa ragione sono stati potenziati i controlli su più fronti, a partire proprio dalle attività commerciali, che siano fisse o ambulanti. In questo contesto ieri mattina una pattuglia della Guardia di Finanza ha sorpreso appunto un venditore che, fermo a bordo strada col furgone, vendeva mascherine con marchi contraffatti, spacciando per presidi anti coronavirus alcune protezioni che in realtà non sono dotate dei filtri necessari.
La scoperta è stata fatta durante il servizio di pattugliamento programmato proprio con l'obiettivo di verificare il rispetto delle norme. Nello specifico i militari del capoluogo hanno controllato un commerciante ambulante che si era fermato nel centro abitato di Latina Scalo, non lontano dalla stazione ferroviaria, proprio per vendere prodotti utili al contrasto e alla prevenzione del contagio, ovviamente con prezzi vantaggiosi, ma comunque superiori alla media di mercato e soprattutto spropositati rispetti all'effettivo costo di quel tipo di merce, più scadente rispetto a quella reclamata.