Aveva giocato nel Gaeta Sporting Club 1970, società di Pallamano, circa otto anni fa e in città i tifosi lo ricordavano ancora per le sue 53 reti messe a segno. Nei giorni scorsi, però, è diventato protagonista delle cronache per il suo omicidio. Parliamo di Antonio Rivieccio, 30enne di Torre del Greco ucciso con un colpo di pistola a Boscoreale.
In quello che è sembrato essere un avvertimento finito male più che un agguato volto a uccidere l'uomo, Rivieccio ha perso la vita per via della direzione del proiettile: il colpo di pistola, infatti, gli ha reciso l'arteria femorale e, di conseguenza, nonostante la corsa in ospedale, la copiosa perdita di sangue ha portato l'uomo al decesso.
Sul caso stanno indagando i carabinieri dell'hinterland napoletano.