Tra l'area sud della provincia di Roma (Anzio, Nettuno, Ardea e Pomezia) e la provincia di Latina ci sono oltre 206 casi di positività al Coronavirus su un totale, nella Regione Lazio, di 607 positivi. Numeri importanti che mostrano come queste due zone stiano pagando più di tutte in termini di malati e di stress per gli ospedali del territorio, l'emergenza Covid-19.

Nel Lazio, i positivi sono in totale 607, dei quali 184 ricoverati allo Spallanzani. Ieri sono stati 9 i nuovi casi positivi registrati in territorio pontino che hanno fatto superare quota cento al conteggio totale. «Tre - ha reso noto la Asl di Latina nel comunicato giornaliero - sono trattati a domicilio. Confermate le criticità dei Comuni di Fondi (più 5 casi per 38 complessivi) e Latina (più 2 per 22 casi totali); gli altri sono distribuiti nei Comuni di Aprilia e Pontinia. Quest'ultimo caso è stato posto in isolamento domiciliare ma in un Comune fuori provincia (si tratterebbe di un cittadino di origine indiane domiciliato a Caserta, ndr)». 

Questo il quadro di ieri: 105 casi positivi a Latina; 51 pazienti ricoverati; 12 negativizzati (i pazienti inizialmente positivi e risultati negativi al terzo tampone); 6 decessi. «Sulla base dei numeri evidenziati - ha sottolineato la Asl diretta da Giorgio Casati - i pazienti positivi attualmente in carico sono 87; 36 pazienti positivi sono gestiti in isolamento domiciliare. I pazienti ricoverati sono collocati presso lo Spallanzani di Roma (11), la Terapia Intensiva del Goretti (3), la Terapia Intensiva di Formia (1) e presso l'unità di Malattie Infettive del Goretti (20) o altre unità operative del Goretti e del Dono Svizzero di Formia (14). Due pazienti sono ricoverati in altri ospedali della Regione Lazio. I pazienti negativizzati sono attualmente 12, dei quali 8 ancora ricoverati per altre problematiche di salute e 4 in osservazione a domicilio».
Complessivamente sono 2.017 le persone in isolamento domiciliare, mentre 348 le persone che hanno terminato il periodo di isolamento.

La Asl di Latina ha anche annunciato che allo scopo di assicurare un supporto psico-pedagogico ai minori e alle famiglie in carico al Servizio di Neuropsichiatria Infantile, sarà operativo, da oggi (da lunedì a venerdì, dalle 9.00 alle 12.00) un numero telefonico dedicato (0773.910046) a cui risponderà un operatore specializzato dell'equipe dello stesso servizio.

 Nell'area sud di Roma invece sono stati superati ieri i 100 contagi con ulteriori 15 casi. 

Un primato di cui non si può certo andare fieri. E' quello che vede la provincia di Latina in vetta a livello regionale per i casi positivi al Coronavirus Covid-19: 105. Nel Lazio, i positivi sono in totale 607, dei quali 184 ricoverati allo Spallanzani. Ieri sono stati 9 i nuovi casi positivi registrati in territorio pontino che hanno fatto superare quota cento al conteggio totale. «Tre - ha reso noto la Asl di Latina nel comunicato giornaliero - sono trattati a domicilio. Confermate le criticità dei Comuni di Fondi (più 5 casi per 38 complessivi) e Latina (più 2 per 22 casi totali); gli altri sono distribuiti nei Comuni di Aprilia e Pontinia. Quest'ultimo caso è stato posto in isolamento domiciliare ma in un Comune fuori provincia (si tratterebbe di un cittadino di origine indiane domiciliato a Caserta, ndr)».
Questo il quadro di ieri: 105 casi positivi; 51 pazienti ricoverati; 12 negativizzati (i pazienti inizialmente positivi e risultati negativi al terzo tampone); 6 decessi. «Sulla base dei numeri evidenziati - ha sottolineato la Asl diretta da Giorgio Casati - i pazienti positivi attualmente in carico sono 87; 36 pazienti positivi sono gestiti in isolamento domiciliare. I pazienti ricoverati sono collocati presso lo Spallanzani di Roma (11), la Terapia Intensiva del Goretti (3), la Terapia Intensiva di Formia (1) e presso l'unità di Malattie Infettive del Goretti (20) o altre unità operative del Goretti e del Dono Svizzero di Formia (14). Due pazienti sono ricoverati in altri ospedali della Regione Lazio. I pazienti negativizzati sono attualmente 12, dei quali 8 ancora ricoverati per altre problematiche di salute e 4 in osservazione a domicilio».
Complessivamente sono 2.017 le persone in isolamento domiciliare, mentre 348 le persone che hanno terminato il periodo di isolamento.
La Asl di Latina ha anche annunciato che allo scopo di assicurare un supporto psico-pedagogico ai minori e alle famiglie in carico al Servizio di Neuropsichiatria Infantile, sarà operativo, da oggi (da lunedì a venerdì, dalle 9.00 alle 12.00) un numero telefonico dedicato (0773.910046) a cui risponderà un operatore specializzato dell'equipe dello stesso servizio.

di: Alessandro Marangon