Si chiude definitivamente uno dei due processi legati all'omicidio del 55enne moldavo Victor Sirbu, ucciso il 28 dicembre 2014 in una villetta di Lido dei Pini e ritrovato cadavere l'8 febbraio 2015 in un canale di scolo delle acque piovane nei pressi della spiaggia di Lupetta, ad Ardea.

In particolare, la fase processuale in questione è quella che riguarda il 49enne moldavo condannato sia in primo grado che in Appello a 17 anni di reclusione.

I giudici di merito, in particolare, lo hanno ritenuto responsabile del reato di omicidio volontario, ma anche del porto ingiustificato di un tirapugni con cui l'uomo avrebbe colpito al volto lo stesso Sirbu nella villetta di Lido dei Pini e dell'occultamento del cadavere in spiaggia, dove lo stesso Sirbu venne "finito" con calci e pugni.

Alla luce della...