Sospendere I cantieri pubblici e privati laddove non sia possibile rispettare il protocollo di sicurezza. Questo l'appello lanciato dal segretario provinciale Filca Cisl Paolo Masciarelli alla luce della situazione emergenziale per il Coronavirus. A Fondi, intanto, c'è chi ha deciso già di chiudere uffici e unità produttive temporaneamente. Si tratta della Di Manno impresa costruzioni srl, della Costruzioni Guglietta Abramo srl e della Di Sarra Fabio, che in un comunicato spiegano il perché di questa decisione. Si parla di «superamento delle logiche di valutazioni puramente economiche» per preservare la salute nell'impossibilità oggettiva di applicare integralmente i protocolli di sicurezza. Si fa anche riferimento alla particolare attenzione sulla città di Fondi, in quanto "cluster" da monitorare costantemente. La scelta di sospendere tutto per due settimane «o per quanto questa misura si renderà necessaria» è dettata anche dal voler contribuire a limitare la circolazione di persone e a favorire le misure di contenimento già attuate. «Quest'atto è determinato dal senso di responsabilità e rispetto verso tutte le strutture e il personale sanitario, a cui va tutta la nostra riconoscenza, che si sta impegnando al massimo delle proprie possibilità per aiutarci nell'emergenza sanitaria». Una scelta cui plaude il segretario Filca Cisl Paolo Masciarelli, che parla di «atto di responsabilità che apprezziamo e sosteniamo».