Il salotto di casa è diventato per un giorno una specie di studio televisivo con una serie di collegamenti. Il primo - quello che i registi definirebbero «centrale» - era via Skype con l'Università La Sapienza per discutere la tesi di laurea. L'altro collegamento, più importante dal punto di vista emozionale e affettivo, era tramite WhatsApp e una videochiamata con il Reparto di Malattie infettive del Santa Maria Goretti di Latina, dove il padre da diversi giorni è ricoverato per il virus Covid 19.
Oltre ai familiari più stretti di Luca Leomazzi hanno assistito alla proclamazione anche gli amici - ovviamente anche loro in collegamento - in questo caso nella parte finale di una giornata indimenticabile: giovedì 19 marzo, il giorno della festa del papà.