Non si spegne l'eco della morte di Francesco Spagnolo, il dipendente dell'Inps di Latina morto all'improvviso per le complicazioni del Covid. Non macano le reazioni da parte dei sindacati. In una nota  la Sas Cisl Inps sottolinea le qualità umane dell'uomo. <Abbiamo perso un amico, un collega e un rappresentante sindacale insostituibile, non ci sarà mai un altro Francesco ed è per questo che sarai sempre con noi. Quale quadro sindacale - ricodano i colleghi - ha sempre contribuito con senso pratico e competenza alla trattazione e alla risoluzione dei problemi>. Da sottolineare che sul decesso di Francesco Spagnolok c'è anche un itnervento dell'Usb P.I Inps Lazio e del coordinamento regionale. <La notizia ci ha folgorato  proprio quando le cose sembravano mettersi per il meglio. Francesco ci ha lasciato e ora non possiamo che stringerci attorno alla famiglia, è sttao un lavoratore instacabile e attento ai disagi della fascia debole e un supporto quotidiano e concreto. Era un papà amorevole e onnipresente>.