Adesso si corregge il tiro dopo l'impreparazione e le difficoltà iniziali. La task force predisposta all'ospedale Goretti di Latina - che va ricordato è un presidio Hub della Regione Lazio per la lotta al Coronavirus - prende forma col "gruppo anti-Covid-19", vale a dire una sorta di regia autogestita dagli operatori sanitari che è stata attivata proprio in queste ultime ore e che conta un infermiere coordinatore, un medico anestesista dedicato e quattro infermieri, due dei quali si occupano della raccolta dei dati e delle criticità da risolvere di volta in volta nell'area critica come la gestione dei materiali a disposizione, e altrettanti dell'accesso venoso preventivo ai pazienti.
«La cabina di regia della task force - spiegano gli addetti ai lavori - è stata programmata in accordo con pneumologi, infettivologi e rianimatori e serve per gestire al meglio il lavoro di tutti nei diversi turni operativi e per seguire una strategia effettiva dei diversi casi trattati. Strategia che, materialmente, consiste nell'effettuare una ventilazione non invasiva, con i caschi (CPAP, ndr), ed evitare di intubare subito i pazienti».