Ha forzato per due volte il posto di blocco predisposto dalla polizia locale ad Ardea: la prima volta, mercoledì, è riuscito a fuggire; la seconda, ieri, è stato inseguito, rintracciato e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e tentato omicidio colposo. È la storia di un 63enne ci Ardea: mercoledì scorso, l'uomo era riuscito a superare le auto in coda per i controlli e a eludere tutto, facendo perdere le proprie tracce. Ieri, invece, gli agenti coordinati dal comandante Sergio Ierace erano posizionati all'incrocio tra via Laurentina e via della Castagnetta hanno riconosciuto il veicolo e intimato l'alt, ma l'uomo per tutta risposta ha accelerato puntando il personale che è riuscito solo per coincidenze fortunate a spostarsi all'ultimo momento e a non essere investito. La pattuglia, però, si è messa subito all'inseguimento del veicolo, raggiungendo il conducente nella propria abitazione dove aveva tentato di trovare rifugio.
L'uomo è stato quindi identificato, mentre il veicolo è risultato privo di assicurazione e sottoposto a sequestro amministrativo. Diverse le sanzioni comminate per circa un migliaio di euro, valide per la mancanza di assicurazione, il non essersi fermato all'alt e l'alta velocità, con segnalazione alla Prefettura. Il conducente è stato infine denunciato alla Procura di Velletri per le ipotesi di resistenza a pubblico ufficiale e tentato omicidio colposo.