Il vice sindaco di Fondi, Beniamino Maschietto nella mattinata di oggi ha avuto luogo un proficuo incontro con le Forze dell'Ordine e il rappresentante ASL del territorio per verificare che fino al 3 maggio prossimo la cittadinanza osservi scrupolosamente quanto disposto dal vigente Decreto del Presidente dei Consiglio dei Ministri, che impone un rispetto rigoroso delle misure di contenimento del contagio, con l'obbligo per tutti i cittadini di rimanere a casa il più possibile e di uscire solo per motivi strettamente necessari: lavoro, salute e approvvigionamento alimentare.
Durante il confronto è emersa la necessità di proseguire nella verifica sia del rispetto della quarantena da parte dei soggetti che risultano positivi al Covid-19 che dell'idoneità delle rispettive abitazioni affinché tutti possano permanervi in sicurezza. Qualora non sussistessero tali condizioni essi dovranno alloggiare temporaneamente in una struttura alberghiera del territorio messa a disposizione proprio per l'emergenza epidemiologica in corso.
Nel corso dell'incontro è stata inoltre confermata, a partire da oggi, l'attivazione nella ASL pontina di due USCA - Unità Speciali di Continuità Assistenziali – una per il Nord e l'altra per il Sud della provincia –, attivate dalla Regione Lazio per la gestione domiciliare dei pazienti affetti da Covid-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero. Costituite da medici e infermieri dotati dei dispositivi di protezione individuali, verificheranno non solo lo stato di salute dei positivi ma anche se lo stato dell'abitazione in cui risiedono è confacente ad ospitare i componenti del nucleo familiare per il periodo della quarantena.