È Fabrizio Compatangelo, il 40enne che questa mattina ha perso la vita nel tragico incidente mortale sulla Nettunense. Si stava recando al lavoro,  alla ex Sigmatau ora Alfasigma, dove ricopriva il ruolo di responsabile del servizio tecnico. In molti lo chiamavano Jimmy, e chi lo conosceva bene ricorda che «prima stava al confezionamento e poi al servizio tecnico di cui era diventato responsabile da quasi un mese». Tutti concordi nel ricordarlo come un collega e un amico, «un ragazzo educato e gentile con tutti, sempre sorridente».

Per il territorio apriliano è la seconda tragedia stradale nel 2020. A gennaio due coniugi vennero travolti e uccisi a La Gogna dopo essere scesi dall'autobus che li aveva riportati a casa dalla stazione di Campo di Carne, tornavano da Roma. Era la sera del 13 gennaio.
I due anziani vennero travolti da una vettura il cui conducente, nel buio, non si è accorto della loro presenza sulla sede stradale.

Stava andando a lavorare Fabrizio C., l'uomo che questa mattina poco prima delle 5:30, al volante della sua Nissan Micra, si è scontrato frontalmente contro un'autocisterna colma di gasolio. L'uomo residente ad Anzio è dipendente di una azienda farmaceutica di Pomezia e stando ai primi rilievi giunto al chilometro 23.500 della via Nettunense, poco dopo via della Meccanica e poco prima di via della Chimica, ha perso il controllo dell'auto che ha invaso la corsia opposta scontrandosi frontalmente con l'autocisterna che procedeva in direzione del litorale.

di: La Redazione

Tragedia, poco fa, sulla via Nettunense, tra i territori di Aprilia e Nettuno, dove è avvenuto un incidente mortale. Perde la vita un uomo di 40 anni di Anzio. Lo scontro è avvenuto tra un'auto, dove viaggiava la vittima, e un mezzo pesante, una cisterna adibita al trasporto di gasolio e benzina. Sul posto la Polizia Stradale di Albano, insieme alla Polizia Stradale di Aprilia e la Polizia Locale di Aprilia che ha chiuso la via in entrambe le direzioni tra via della Chimica e via della Meccanica.

di: La Redazione