Voleva di nuovo comprare del formaggio, ma anche questa volta è incappata nei controlli della Polizia Locale di Minturno, che già l'aveva sanzionata alla vigilia di Pasqua. Ancora una volta la protagonista dell'incursione in terra pontina è stata una 56enne di Carinola (Caserta), la quale con la sua Lancia Y era diretta ad un negozio di Minturno per acquistare del formaggio, come ha riferito agli agenti coordinati dal comandante Antonio Di Nardo. Si trattava della stessa signora che il giorno di sabato santo, alla vista delle Forze dell'Ordine, ha fatto inversione di marcia sulla variante Appia, per sfuggire ai controlli. In quella occasione le fu ritirata la patente e sanzionata con dieci punti sulla patente. L'altra sera la donna ci ha riprovato, ma in località Fontana Perrelli è stata fermata di nuovo dai Vigili Urbani. Scattava il sequestro del veicolo, ora in custodia ad un deposito di Formia, e la sanzione di diecimila euro. L'automobilista, in forte stato di agitazione, è stata poi accompagnata presso l'ospedale Dono Svizzero di Formia. Solo nella tarda serata un familiare è giunto a Formia per riportarla nella sua casa nel casertano. I controlli effettuati per tutta la giornata, sono stati 77 e sono stati caratterizzati da altre due sanzioni, elevate nei confronti di madre e figlia di Santi Cosma e Damiano, le quali si stavano recando in un noto ipermercato di Formia. Ma la meta non è stata raggiunta, in seguito alla sanzione elevata dai "metropolitani" minturnesi.