Le ripartenze non sono mai facili e scontate. Ieri mattina è stato il primo giorno del nuovo percorso in Tribunale per un lento ritorno alla normalità. Il primo segnale? Il parcheggio. C'erano più auto del solito. Da quando era scattata la fase 1 erano garantite le urgenze e diversi processi sono stati anche celebrati, ieri è stato il via per un nuovo step pianificato nei minimi dettagli e quando il meccanismo sarò definitivamente oliato accompagnerà verso il ritorno alla (quasi) normalità. Ieri erano fissati alcuni processi nella sezione penale e alcune udienze sono entrate nel vivo.

Il Tribunale è chiuso al pubblico e l'ingresso è consentito soltanto alle parti del processo che si deve svolgere e rientra in un elenco che ogni giorno viene consegnato all'ingresso. E' un modo per scongiurare eventuali contagi e ridurre al minimo i rischi nel segno della sicurezza e della prudenza ma mantenendo comunque attiva la macchina giudiziaria. Le udienze infatti si celebrano a porte chiuse e in aula sono ammesse soltanto le parti che indossano i dispositivi di sicurezza, dalle mascherine ai guanti e mantengono le distanze. C'era da aspettarsi qualche disagio, ieri sono stati segnalati un paio di lievi assembramenti, tra cui alcune persone che volevano entrare per alcuni processi ma che non erano autorizzate. Il richiamo all'ordine della vigilanza ha fatto ritornare le cose alla normalità e non sono stati registrati problemi.

Particolarmente delicata la situazione invece in via Ezio negli uffici Unep e in questo caso - come ha fatto notare più di qualche avvocato - sono stati registrati degli assembramenti.  Al commissario dell'Ordine degli Avvocati Giacomo Mignano sono arrivate diverse segnalazioni e già oggi è fissata una riunione tecnica per cercare di ovviare ai primi e legittimi disagi. Oggetto dell'incontro: il Tribunale, l'ufficio Unep dove ieri c'erano molte persone e quello che accadrà al giudice di pace. «L'inizio non è stato positivo ha detto il commissario dell'Ordine degli Avvocati -ha retto il Tribunale ma non ad esempio l'Unep, serve una soluzione