Il decreto da 55 miliardi di euro c'è. Lo ha annunciato il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, pochi minuti fa in una conferenza stampa da Palazzo Chigi. "Abbiamo lavorato non un minuto in più del necessario" ha dichiarato il Premier, sottolineando come il Governo ha "lavorato nella consapevolezza delle difficoltà in cui si trova il Paese".

Dei 55 miliardi messi in campo, circa la metà (25,6 miliardi) sono a disposizione dei lavoratori. E arriveranno subito - spiega Conte - perché il Governo ora dispone già di un'anagrafica degli aventi diritto, costruita sulle richieste ricevute a seguito dell'ultimo decreto. Ma nel decreto sono previsti "anche aiuti a chi non ha ricevuto nulla, perché dobbiamo fare in modo che i soldi arrivino in maniera rapida, semplice e veloce". Inoltre, "abbiamo pagato l'85% della Cassa Integrazione Ordinaria e quasi l'80% degli autonomi". 

Previsti anche aiuti alle imprese, a cui sono destinati tra i 15 e i 16 miliardi, ma anche il reddito di emergenza per le fasce deboli. Tagliati inoltre 4 miliardi di tasse per tutte le imprese fino a 250 milioni di fatturato, con lo stop all'Irap a giugno.

In conclusione, è stata presentato il Fondo per le strutture semi residenziali per persone con disabilità, a cui saranno destinati 40 milioni.