E' stata rinviata al 3 giugno l'udienza in Tribunale a Latina nei confronti dell'uomo accusato di revenge porn e stalking nei confronti della sua ex, con cui aveva interrotto la relazione.

Ieri si è svolta l'udienza davanti al giudice Pierpaolo Bortone e l'imputato - difeso dall'avvocato Maria Antonietta Cestra - ha chiesto il rito abbreviato. In sede di interrogatorio di garanzia, T.G., queste le iniziali dell'uomo aveva sostenuto che la sua ex le aveva inviato delle immagini con il seno nudo e che lui le aveva spedito al figlio di lei per sottolineare quello che faceva la madre, ribadendo che una mamma non si deve comportare in quel modo. Inoltre l'imputato aveva detto che la parte offesa non era stata ricattata.

A pesare nel quadro processuale dell'uomo c'è il precedente di cinque anni fa di Norma quando aveva minacciato di far saltare in aria lo stabile dove c'era la sua ex moglie. Una volta che aveva finito di scontare la condanna, dopo l'assoluzione per il tentato omicidio, il 51enne - secondo l'accusa - ha reso la vita impossibile ad una donna con cui ha avuto una relazione extraconiugale.