E’ stato il capo degli ultras del Formia calcio ad aggredire martedì pomeriggio l’allenatore Alessandro Rosolino nel corso della seduta di allenamento presso il campo di Maranola. Ha 29 anni V.M. e fino allo scorso anno non poteva avvicinarsi allo stadio né per le partite, né per gli allenamenti in quanto sottoposto a Daspo per tre anni. Ieri gli agenti del commissariato di Formia hanno ascoltato a lungo il Presidente della società, Alberto Rossini, il capitano Stefano Volpe insieme ad altri giocatori, mentre nel pomeriggio di martedì era stata già sentita la vittima dell’aggressione, ossia l’allenatore Rosolino che ha depositato una querela per lesioni.

Per il ragazzo proposto
il Daspo per almeno 5 anni
L’identità ricostruita
grazie alle dichiarazioni
di giocatori e dirigenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Contenuto sponsorizzato