Restano in carcere i due stranieri arrestati nei giorni scorsi dai carabinieri del Comando Provinciale di Latina con l’accusa di aver rapinato e picchiato un connazionale che aveva riportato una prognosi di 25 giorni. E’ quello che ha deciso ieri il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario al termine dell’interrogatorio di convalida dopo l’arresto. Gli investigatori avevano arrestato un indiano di 43 anni, S.H., queste le sue iniziali e un marocchino di 33 anni, B.K., accusati entrambi di rapina impropria. I militari del Norm insieme ai colleghi della stazione, sono intervenuti per una segnalazione di una violenta aggressione a quanto pare per pochi spiccioli. Le segnalazioni sono giunte alla centrale operativa del 112 anche nella zona della rotonda del Piccarello e a quel punto è scattata una battuta in zona dopo che più di qualcuno ha sostenuto di aver visto delle persone fuggire con bastoni e mazze. La vittima dell’aggressione soccorsa dal personale medico ha riportato diverse ferite al volto e in altre parti del corpo ed è ricoverata al Goretti.