Una spiaggia divorata, attività che finiscono in mare. Il lungomare di Latina è nella stretta dell'erosione e per questo il Comune ha avviato una serie di incontri con la Regione per arrivare ad avviare interventi a breve. Ma è necessario che tutto il consiglio sia informato delle decisioni che vengono prese. E' questa la posizione del consiglieri di Forza Italia Ialongo e Miele che intervengono margine del question time di oggi, dopo aver ascoltato la risposta dell’Assessore Roberto Lessio arrivata a seguito dell’interrogazione sul degrado della Marina di Latina.

“Sul fenomeno dell’erosione della costa è emerso - fanno sapere -  chiaramente l’indirizzo dell’amministrazione: procedere verso un ripascimento morbido, fatto sulla base di studi regionali mai citati esplicitamente, e presentato come unica soluzione, la più ottimale. Prendiamo atto delle dichiarazioni dell’assessore - continuano i due consiglieri comunali di Forza Italia -, Non entriamo nel merito, quello che serve ora è un intervento immediato anche se risultasse temporaneo. Le nostre coste versano in uno stato di abbandono, vittime dell’erosione che sta riducendo progressivamente la spiaggia, andando a minacciare strutture balneari, infrastrutture, locali e abitazioni. Non bisogna attendere ulteriormente, serve applicare misure atte a ridurre il pericolo che i danni prodotti dal fenomeno naturale diventino irreversibili. La costa rischia di sparire. Era un tratto meraviglioso, un patrimonio di cui andare orgogliosi, ma oggi l’Assessore ci ha confermato che Latina detiene un triste primato in quanto a superficie erosa e ora ricoperta dall’acqua. In questo momento  abbiamo l’obbligo civile e morale di correre ai ripari e per questo non ci fermeremo finché non vedremo azioni concrete - concludono -. Lunedì ci sarà un ulteriore incontro tra l’assessore e la Regione: chiediamo che ne  siano resi noti I contenuti, vogliamo essere costantemente messi al corrente di come si procederà a risolvere questa criticità. Saremo sempre attenti a questa tematica in attesa che venga risolta”. Si parla del tratto di Latina ma com'è noto il problema erosione è comune  molti altri centri. Tra questi Sabaudia dove è nato un comitato a carattere provinciale per la tutela della costa che proprio nei giorni scorsi ha fatto appello alla necessità di un'azione sinergica. Un fronte composto da più centri onde evitare che ognuno guardi solo alla propria situazione anche in considerazione di quei fattori che potrebbero aumentare il fenomeno erosivo come la realizzazione del maxi porto di Anzio. Questa la posizione del comitato. Il problema tuttavia, per quanto riguarda almeno il Comune di Latina, al momento resta in casa.