I poliziotti della Squadra Volante danno la caccia allo scippatore che venerdì sera ha rubato la borsa a una donna che si stava scattando una fotografia, un selfie per dirla con un termine più attuale, seduta a una panchina del parco Santa Rita nei pressi dell’incrocio tra via Amaseno e viale Pierlugi Nervi.
Gli agenti hanno raccolto un identikit molto dettagliato del bandito e già l’altra sera hanno avviato le ricerche del fuggitivo iniziando a nutrire qualche sospetto sull’identità dello scippatore. A quanto pare l’autore del furto con destrezza era abbastanza alto e corpulento, indossava una felpa con cappuccio e doveva essere sicuramente italiano.
Compiendo una ricognizione della zona, gli agenti hanno scoperto che l’uomo, dopo avere sfilato la borsa alla donna mentre si scattava il selfie, ha attraversato tutto il parco Santa Rita e si è andato a rifugiare tra i palazzi in via Tobagi dove è stata trovata la borsa gettata a terra nei pressi della porta d’ingresso di un condominio. Ovviamente al suo interno non c’erano più i soldi, circa 350 che la poveretta teneva nel portafogli e dovevano servirgli per tirare avanti nei prossimi giorni. Era tutto quello che le era rimasto del contributo per la disoccupazione.
I poliziotti danno la caccia al borseggiatore e sospettano già di alcuni volti noti alle forze dell’ordine.