Risveglio da incubo ieri mattina per un ragazzo del capoluogo: intorno alle nove ha sentito sollevare la serranda della sua camera da letto, ma quando ha aperto gli occhi si è reso conto che qualcuno, dall’esterno, stava cercando di entrare. È successo ieri mattina in via Mattei, una traversa di Verdi nella zona del parco San Marco vicino all’ospedale Santa Maria Goretti.
All’arrivo delle pattuglie della Squadra Volante dei “topo” d’appartamento non c’era più traccia, scappato subito dopo essersi reso conto che l’abitazione non era incustodita ed era stato scoperto. Lo scassinatore deve avere faticato e non poco a sollevare la tapparella perché si trattava di una serranda blindata e per questo il giovane inquilino si è svegliato di colpo: nel caso in cui la vittima non si fosse resa conto del furto, il ladro di turno avrebbe anche potuto continuare la propria azione rovistando nelle stanze. Non sarebbe stata di certo la prima volta.
Quello non è stato però l’ultimo caso in cui i poliziotti ieri si sono messi sulle tracce dei ladri. Tra il pomeriggio e la sera le pattuglie della Squadra Volante sono intervenute anche in via Portogallo, nella zona del quartiere Europa, e poi in una traversa di via dei Volsci dove un uomo, tornando a casa, ha trovato la porta bloccata. Temeva che dentro ci fossero i ladri a tenere il portone chiuso, invece come poi è stato accertato dagli agenti, gli scassinatori erano entrati da una finestra e avevano bloccato l’ingresso per avere tutto il tempo di andarsene indisturbati, quindi al rientro del proprietario di casa non c’erano già più.
In serata i carabinieri sono dovuti intervenire invece per un furto consumato in un’abitazione di via Bucarest.