Furti in abitazione controllati e diretti a distanza da Natan Altomare. E’ questa l’accusa mossa dagli inquirenti all’indirizzo del faccendiere pontino. Ai suoi ordini ci sarebbero Ionut Necula, Aleksander Prendi e Adrian Costache. I rumeni sono certi, tanto da dirlo apertamente in una conversazione che «fino a quando opereranno sotto la protezione di Natan Altomare la faranno sempre franca». Parole che giungono al termine di un controllo della polizia nei loro confronti. E’ il 15 febbraio 2015.

Stipendio fisso
da 2500 euro ottenuto
dalla Progetto Amico
Il gestore:
« Minacciava spedizioni
punitive da parte
di rumeni o zingari».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Contenuto sponsorizzato