Ultima tranche ieri a Roma davanti ai giudici del Tribunale del Riesame per cinque indagati che hanno presentato ricorso avverso la misura restrittiva emessa dal gip Giuseppe Cario dell’operazione che è stata ribattezzata Don’t Touch. Davanti al Collegio composto dai giudici Nicolò Marino, Maria Viscito e Roberta Conforti, sono state discusse le posizioni di Salvatore ed Angelo Travali, Francesco Viola, Antonio Neroni detto Caniggia e Antonio Giovannelli. Gli avvocati Leone Zeppieri, Pasquale Cardillo Cupo e Leonardo Palombi hanno chiesto per i propri assistiti l’annullamento della misura restrittiva e in sub ordine la riforma dell’ordinanza. 

Nei giorni scorsi i
giudici romani
avevano confermato in blocco l’impalcatura
accusatoria
degli investigatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Contenuto sponsorizzato