Un pezzo di storia se ne sta andando. La crisi economica, che ha colpito tutto e tutti, sta portando anche alla chiusura della scuola voluta da papa Leone XIII a Carpineto. Le suore che la gestiscono non riescono più ad andare avanti e a giugno, finito l’anno scolastico, è prevista appunto la chiusura della scuola dell’infanzia e della scuola primaria paritaria «Leone XIII» di via Dante Alighieri. Il papa, originario di Carpineto, cinque anni dopo la sua elezione e nell’ambito della particolare attenzione prestata al suo paese, volle aprire nel centro lepino una scuola, affidata alle suore sacramentine, le stesse a cui affidò anche il santuario Santa Maria del Popolo. Era il 1883 e da allora, nell’asilo e nella scuola elementare delle religiose, sono cresciute intere generazioni di cittadini di Carpineto. Una scuola inserita profondamente nel tessuto sociale del paese e impegnata in numerose iniziative per la valorizzazione della storia locale. La crisi, però, non ha risparmiato neppure la «Leone XIII». A giugno dovrebbe chiudere i battenti e per i 38 bambini dell’asilo e i 93 della scuola elementare non resta altra strada che quella della statale. Niente più lavoro poi per sette maestre e due bidelle. Le famiglie degli alunni si stanno organizzando per cercare di impedire la chiusura, ma l’operazione è difficile.