Altro che disinfestazione, per scampare ai fastidiosi pizzichi delle zanzare adesso c'è anche una App. In realtà si tratta di una vera e propria mappa con tanto di informazioni anche sulle malattie che possono essere trasmesse all'uomo. Si chiama "'ZanzaMapp" ed è un'applicazione realizzata dal ricercatore dell'università Sapienza di Roma, Cesare Bianchi che ha realizzato una vera e propria piattaforma per raccogliere dati che si aggiorna anche attraverso le segnalazioni inviate dagli utenti che scaricano l'App. Per saperne di più è possibile anche visitare il sito ZanzaMapp.it dove sono spiegate le finalità del progetto tra cui quella di "di fornire uno strumento di facile accesso e versatile utile ad approfondire le conoscenze sulla distribuzione spaziale di specie di zanzare che, oltre a rappresentare un fastidio talvolta insopportabile, possono trasmettere malattie pericolose per l’uomo". Il progetto si basa sulle competenze complementari del laboratorio Social Dynamics del Dipartimento di Fisica e del gruppo di Entomologia Medica del Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive dell’Università Sapienza di Roma per la parte scientifica, e della start-up GH s.r.l. per la parte informatica e di geolocalizzazione. Cosa possono fare attivamente gli utenti? Segnalando la presenza e la quantità di zanzare, le disinfestazioni effettuate nei Comuni di residenza ed altre informazioni tipo la percezione del fastidio o effetti collaterali, l'App diventa anche uno strumento utile per le amministrazioni per capire dove e come intervenire, oltre che un luogo virtuale in cui scambiarsi segnalazioni utili.