Il Comune di Nettuno "batte cassa" con Acqualatina. 

Nella giornata di oggi, infatti, è partita la procura dell'ente di viale Matteotti per il deposito di un decreto ingiuntivo nei confronti di Acqualatina per mancata corresponsione dei mutui.

"Dopo alcune lettere di richiesta e diffida, e dopo il nulla di fatto - ha spiegato il sindaco della città, Angelo Casto - il Comune avvia le procedure per il recupero coatto delle somme di credito accumulate negli anni e ammontanti, al 30 settembre 2016, alla somma di euro 1.833.005,01. L'operazione è una necessità vista la ben nota situazione del disastrato bilancio comunale ereditato dopo tutti questi anni".