Poco fa, Acqualatina ha inviato una nota relativa alle dichiarazioni rilasciate dal sindaco di Nettuno, Angelo Casto, relative al rimborso, da parte del gestore, dei mutui anticipati dal Comune per la realizzazione di opere per il servizio idrico.

"La corresponsione delle somme da parte di Acqualatina è stata solo temporaneamente sospesa poiché, a seguito degli accertamenti effettuati nel 2014 dalla Guardia di Finanza, è stata rilevata una presunta mancata applicazione dell’Iva, da parte dei Comuni, sulle somme dei mutui. Questa situazione - hanno chiarito da Acqualatina - ha dato vita a un lungo contenzioso legale che ha costretto il Gestore a sospendere ogni pagamento connesso. Nelle scorse settimane, però, è stato comunicato l’esito della vertenza, che è risultato favorevole agli enti comunali e ad Acqualatina. Tale esito permette, ora, al Gestore, di riprendere con il versamento delle somme dovute".

Di conseguenza, Acqualatina è già al lavoro per organizzare, con il Comune di Nettuno, un incontro che porti alla definizione di un piano di rientro condiviso tra le parti e permetta di sbloccare l’attuale situazione di stallo.