Attorno alle tre della scorsa notte, a Nettuno, un gruppetto formato da cinque ragazzi avrebbe stazionato per un po’ di tempo vicino a una delle casette allestite nelle ultime ore dalla Poseidon in viale Matteotti - al fine di dare vita al mercatino di Natale -, probabilmente nel tentativo di danneggiare il manufatto.

Come confermato nel pomeriggio anche dal sindaco, ad accorgersi del presunto tentativo di danneggiamento è stato un attivista del MoVimento Cinque Stelle che stava vigilando sulle casette proprio per evitare possibili atti vandalici. Costui, vista la situazione poco chiara, si è avvicinato ai ragazzi e avrebbe chiesto loro cosa stessero facendo: gli stessi, forse adducendo una scusa, sarebbero andati via a bordo di un’auto, il cui numero di targa è stato annotato dall’attivista.

Tra l’altro, in questo frangente, è stata anche chiamata la polizia, ma la Volante sarebbe arrivata in zona dopo che i giovani avrebbero lasciato il lungomare.

Di conseguenza, all’attivista non è rimasto altro da fare che consegnare il numero di targa alla polizia, con gli agenti che ora valuteranno se effettuare accertamenti.