Giulio Verdolino, referente locale di Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni scrive al Ministro dei Beni Culturali dopo la denuncia fotografica di un cittadino nettunese che lamentava l'incuria con cui vengono lasciati i simboli della cultura e del passato:

"Egregio Ministro, in questa città, non abbiamo più il buonsenso e stiamo portando alla distruzione beni di inestimabile valore come il Forte Sangallo, Torre Astura, il Borgo Medioevale. Non ultima la segnalazione di scarichi non meglio identificati su stemma papale al Borgo di cui le allego la foto. Eppure si sa che i beni culturali hanno un valore 'dinamico' che attribuisce ai cittadini, alle popolazioni, alle amministrazioni il compito di dare valore e significato alla cultura e un loro coinvolgimento pieno, in tutte le fasi: dalla conoscenza alla tutela e alla valorizzazione, fino ai risvolti socio-economici.

In qualità di portavoce di Terra Nostra Nettuno - continua Verdolino - Le chiedo un intervento autoritativo acche' risvegli le menti sopite di chi ha obblighi di vigilare e tutelare."

Il responsabile territoriale di Terra Nostra inoltre, ha voluto coinvolgere il prof.Sgarbi già più volte impegnato in battaglie sul territorio, per illustrare le croniche problematiche dei beni ricadenti sul territorio e di corredarli di pareri tecnici, sui tavoli di discussione per individuare le soluzioni più efficaci.