Il giorno di Natale, a Nettuno, è stato caratterizzato da un arresto. 

In particolare, gli agenti del commissariato di Anzio e i poliziotti della locale compagnia sono intervenuti in città (nella specifico davanti al Santuario di Nostra Signora delle Grazie e Santa Maria Goretti) dopo una segnalazione che riferiva la presenza di un uomo - straniero e presumibilmente sotto gli effetti dell'alcool - che stava dando in escandescenze e stava minacciando i passanti con un piccolo piccone, ossia un "malepeggio".

L'uomo era stato visto dapprima in via Traunreut e, poi, passando in spiaggia, aveva raggiunto piazzale San Rocco, dove continuava a minacciare le persone con il piccolo piccone fuori dalla Chiesa.

A quel punto, i poliziotti e i carabinieri sono intervenuti e, una volta notato l'uomo, gli hanno intimato di lasciare a terra la sua arma bianca: la richiesta è stata inutile e costui si è scagliato anche contro di loro, minacciandoli.

Dopo una breve colluttazione, però, l'uomo è stato bloccato e accompagnato in commissariato: qui è stato identificato come un cittadino del Bangladesh, in Italia senza fissa dimora.

Per lui, di conseguenza, è scattato l'arresto per lesioni, resistenza e minacce a pubblico ufficiale, con annessa denuncia per possesso illegale di arma.

Uno dei gli agenti e uno dei carabinieri intervenuti hanno riportato qualche ferita.