Nelle ultime ore del 2016, la politica di Anzio è stata colpita da un lutto.

Come reso noto dal Partito Democratico tramite i propri canali Facebook, è purtroppo venuto a mancare uno dei loro dirigenti locali, Willy Montagnoli.

"Personalità di esperienza nel mondo delle relazioni sindacali, era stato anche un quadro della dirigenza delle Ferrovie italiane. Aveva scelto Anzio, in particolar modo Lavinio, come luogo dove vivere, dopo anni in giro per l'Italia, per il mare e la tranquillità - si legge nel ricordo degli amici del partito - Sperava di poter dare il suo contributo per cambiare Anzio, attraverso il Partito Democratico. E in parte lo ha dato. Dispiace che non abbia potuto dare ancora di più. Grazie Willy".

E poco dopo, nella giornata di ieri, anche il Partito della Rifondazione comunista ha espresso il proprio cordoglio.

"Pur nelle nettissime differenze di valutazione politico/sociale di questa fase fra lui il suo partito e noi - si legge nella nota - va riconosciuto a Willy impegno civico e sincera preoccupazione per le sorti del nostro martoriato territorio, a cui mancherà la sua saggezza e la sua esperienza. Che la terra ti sia lieve Willy".