Nelle scorse ore, sull’Albo pretorio del Comune di Nettuno, è comparsa un’ordinanza di interdizione dell’arenile prospiciente il Santuario di Nostra Signora delle Grazie e Santa Maria Goretti da ieri al prossimo 31 marzo.

Il motivo è l’avvio dei lavori di ripascimento morbido della spiaggia in questione, possibili grazie al riporto della sabbia che verrà dragata dal fondo del canale di accesso e dell’avamporto del “Marina di Nettuno”.

Anche quest’anno, infatti, il porto turistico ha ottenuto dalla Regione l’autorizzazione al dragaggio, per una movimentazione complessiva di circa 10mila metri cubi di sabbia: di conseguenza, visto l’imminente avvio dei lavori di completamente del dragaggio, il dirigente dell’area Demanio - Luigi D’Aprano - ha interdetto il transito, la balneazione, la sosta e l’elioterapia nel tratto di spiaggio prospiciente il Santuario, indicando alla Marina di Nettuno alcune misure di sicurezza, fra cui la recinzione dell’area con del nastro ben visibile e delle specifiche segnalazioni.

In più, la Marina dovrà adottare qualsiasi tipo di precauzione volti a evitare rischi per l’ecosistema circostante e forme di inquinamento sull’arenile.