Non c’è davvero pace, a Nettuno, per la zona attigua al palazzo pericolante di via Gorizia.

Dopo l’installazione dei quattro cancelli in legno che dovranno fungere da accesso alla futura area di cantiere da delimitarsi con apposita recinzione, ora sono apparsi anche i primi atti vandalici.

Fermo restando che, nella giornata di ieri, i cancelli di via Gorizia erano chiusi mentre quelli di via IV Novembre no, proprio su uno di questi ultimi è stata dipinta una scritta chiaramente inneggiante al Fascismo.

Tale gesto si accompagna ai disagi che, nei giorni scorsi, hanno manifestato i cittadini, soprattutto quelli che posseggono le proprie attività commerciali all’interno dell’area ricompresa fra i quattro cancelli.

Va però evidenziato che, ieri pomeriggio, l’area attigua al palazzo pericolante era praticamente accessibile a tutti, senza alcuna misura di sicurezza.