Potrebbero esserci poche speranze, a Nettuno, per vedere ancora in piedi lo stabile pericolante di via Gorizia, da oltre due anni interdetto ed evacuato per via di alcuni cedimenti dimostrati dopo dei lavori di sopraelevazione effettuati negli anni scorsi.

In particolare, dopo le prove di carico sui solai e sui pavimenti effettuate ieri mattina unitamente ad altri tipi di accertamenti, il tecnico incaricato dal Comune per seguire la vicenda sta valutando la possibilità di demolire l’intero stabile a rischio crolli, anziché buttare giù - come da ordinanza sindacale dei mesi scorsi - il solo blocco dei due piani sopraelevati.

Tra le altre cose, in attesa dei chiarimenti finali, sembrerebbe che diversi punti dell’edificio abbiano mostrato delle sfaldature importanti, presumibilmente dovute allo schiacciamento causato dal peso del blocco sopraelevato.