Dalle 7 di questa mattina, 12 febbraio 2017, a Nettuno, gli elettori dell'Università Agraria, ossia i 3.648 utenti iscritti all’ente di via Santa Barbara alla data del 31 gennaio 2016, si stanno recando nei quattro seggi allestiti all’interno dell’Itis “Trafelli” - che si trova proprio di fronte alla sede dell’Agraria - aperti fino alle ore 23 di oggi.

Ovviamente, l’utente interessato a votare dovrà presentarsi munito di un documento di identità e della tessera elettorale dell’Agraria: in caso di smarrimento, potrà ottenerne un duplicato dalla segreteria dell’ente, che resterà aperta durante tutto il periodo delle operazioni di voto.

Ricordiamo che a sfidarsi, in questa tornata elettorale, saranno due soli aspiranti presidenti: in rigoroso ordine alfabetico - che coincide anche con il numero d’ordine delle liste sorteggiato dopo la presentazione delle stesse - gli elettori potranno alternativamente scegliere fra Giampiero Gabrieli, 52enne ex consigliere dell’ente, e Giuseppe “Pino” Vari, di 54 anni, ultimo presidente eletto dell’Agraria prima del commissariamento affidato a Germano Caperna.

Ognuno di loro è collegato a una lista composta da nove aspiranti consiglieri: Gabrieli è appoggiato dalla lista “Uniti per l’Università Agraria”, mentre Vari è sostenuto dalla lista “Agraria Nettunese”.

L’utente, come specificato nel manifesto di indizione dei comizi, “ha diritto di votare per un candidato alla carica di presidente, segnando il relativo contrassegno. Può altresì esprimere un voto di preferenza tra i candidati alla carica di consigliere nella lista del presidente prescelto”.

È chiaro, dunque, che un eventuale voto disgiunto - ossia preferenza per un presidente e per un consigliere di una lista non collegata a lui - verrà ritenuto nullo al momento dello scrutinio, con quest’ultimo che inizierà subito dopo la chiusura delle operazioni di voto all’interno dei seggi di via Santa Barbara.