E' terminata poco fa, a Nettuno, la protesta di un uomo di circa 40 anni che, nel giro di pochi minuti, è riuscito a salire sulle impalcature di protezione del palazzo comunale, raggiungendo il balcone dell'ufficio del sindaco.

Quest'uomo, una volta raggiunto il suo obiettivo, ha tirato fuori un megafono, spiegando di essere in attesa di un risarcimento da cinque anni, con tanto di sentenza di un Tribunale. Senza quei soldi, ha spiegato, non può riparare il camion e lavorare: dunque, sarebbe rimasto lì finché qualcuno non lo avrebbe preso in considerazione.

Fortunatamente per lui, il vice sindaco e assessore all'Ambiente, Daniele Mancini, si è affacciato, ha ascoltato le sue ragioni e lo ha fatto entrare nell'ufficio, facendolo desistere dalla protesta estrema.

Chiaramente, l'uomo ha spiegato che, qualora il suo problema non venga risolto, tornerà a protestare.