In questi ultimi giorni, a Nettuno, la Giunta comunale ha approvato un nuovo piano di redistribuzione del personale e degli uffici all’interno di quella che - comunemente - viene definita la macchina amministrativa.

Nello specifico, con una delibera poi rettificata per alcune incongruenze, l’esecutivo guidato da Angelo Casto ha distribuito le varie risorse disponibili, al fine di poter gestire nel migliore dei modi - secondo quanto da loro ipotizzato - la forza lavoro ed efficientare le mansioni degli uffici.

La decisione di maggior rilievo, però, sembra essere quella legata allo spostamento degli Uffici e dei Servizi dell’area Ambiente dalla sede centrale comunale (via Matteotti) a quella distaccata posta all’interno del centro commerciale “Le Vele” in via Scipione Borghese, dove attualmente si trovano anche gli uffici dell’Urbanistica (che alcuni rumors, non confermati, danno prossimi al rientro nella Casa comunale) e, in uno stabile a parte, l’area dei Tributi.

Chiaramente, si specifica in delibera, “i compiti e le attività dei dipendenti saranno stabiliti da ciascun responsabile di Area, in relazione alle esigenze di lavoro di ciascun ufficio, tenendo conto delle capacità professionali e della categoria di inquadramento del dipendente”.

Anche in merito alla struttura organizzativa dell’ente, nelle scorse ore, sono arrivate delle novità: in particolare, con una delibera ad hoc, sono stati costituiti gli uffici denominati “Segreteria del Sindaco” e “Struttura di supporto Organismo interno di Valutazione”.

Entrambi, come si evince dallo schema che esplica la struttura organizzativa dell’ente, sono alle dirette dipendenze del sindaco pro tempore, Angelo Casto.