Mandibola, naso e zigomi fratturati. Sono queste, purtroppo, le conseguenze del brutale pestaggio di cui è rimasto vittima un cittadino indiano di 34 anni, aggredito da un numero ancora sconosciuto di persone - forse tre - all’interno del treno che, da Nettuno, lo stava riportando a Roma.

L’uomo è stato soccorso dai sanitari del 118 e dalla polizia ferroviaria alla stazione di Lavinio, dove lo stesso era riuscito a scendere e a chiamare i soccorsi. Al momento, però, le ferite non gli starebbero permettendo di parlare e, in più, non avrebbe neanche idea su chi fossero i suoi aggressori.

La Polfer, di conseguenza, sta indagando senza sosta sull’accaduto, auspicando anche la testimonianza di qualcuno che potrebbe aver assistito al pestaggio.

Ora come ora, dunque, nessuna pista viene esclusa, neppure quella a sfondo razzista oppure il tentativo di rapina.