I giudici del Tribunale del Riesame di Roma hanno respinto il ricorso presentato da Alberto Veneruso,dalla moglie Giuseppina Pica e dal commercialista Giorgio Di Mare,arrestati nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza per le accuse di appropriazione indebita e bancarotta per il crac dell'Aviointeriors.  Veneruso resta quindi in carcere mentre la moglie ed il commercialista Di Mare ai domiciliari. Resta inalterato il castello accusatorio.