Il duro intervento del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati che ha scritto una lettera aperta al giudice Lucia Aielli, ha avuto un effetto e non è passato inosservato. «Latina è diventata uno di questi posti peggiori… a partire dagli anni ‘90, la situazione ha subito un grave tracollo anche a causa di una situazione forense proiettata ad un approccio non sempre rispettoso nei confronti del magistrato», aveva detto il giudice. Dopo l’intervento del Consiglio dell’Ordine, l’avvocato Giulio Vasaturo, iscritto al Foro di Latina, uno dei legali dell’associazione Libera, esce fuori dal coro, si dissocia dopo la netta presa di posizione dei colleghi e difende il magistrato. «Pur con profondo rispetto, non posso fare a meno di manifestare il mio dissenso rispetto alla critica sferzante espressa dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Latina nei confronti del giudice Lucia Aielli», dichiara Vasaturo in una nota, prendendo le distanze dalla lettera, scritta 24 ore prima, dagli avvocati del Foro di Latina. 

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (21 ottobre)