Una conferenza stampa questa mattina per fare il punto della situazione (complessa) sulla piscina comunale e sulle conseguenze che potrebbero verificarsi nei prossimi giorni. Il sindaco Damiano Coletta e la vicesindaco Paola Briganti hanno incontrato la stampa nella Sala De Pasquale. La piscina al momento resta chiusa, soluzioni immediate non ce ne sono ma l'amministrazione andrà fino in fondo.

"Vogliamo trovare una soluzione - dice la Briganti - ma dobbiamo procedere per step benché siamo intenzionati ad andare fino in fondo, anche alla revoca della concessione se occorre". Si inserisce il sindaco Coletta: "Dobbiamo mediare tra ciò che vorremmo fare e ciò che è giusto fare". Per il momento siamo alla contestazione di inottemperanza all’ordine di riapertura dell’impianto. Basterà a convincere il titolare della Nuoto 2000 che è giunto il momento di cambiare atteggiamento e passo? Forse c’è bisogno di qualche spinta ulteriore. L’avvio del procedimento di revoca della concessione per inadempienza contrattuale c'è, come si legge in una determina dirigenziale del 10 ottobre scorso. E la trasmissione in Procura degli atti relativi alla contestazione di inottemperanza pare sia un atto dovuto.