Le villette del quartiere Q5 si confermano tra le più bersagliate dagli specialisti dei furti che non si fanno scrupoli a svaligiare le abitazioni mentre le vittime dormono. L’ultimo raid in serie è stato messo a segno ieri notte in via Caccini, alimentando la rabbia dei residenti che da anni aspettano l’installazione della pubblica illuminazione. «Non è la soluzione alla piaga dei furti - ci spiega uno dei cittadini che abitano in zona - ma almeno un deterrente. Lungo i marciapiedi ci sono ancora i buchi lasciati per installare i lampioni, ma il Comune non ha ancora provveduto al completamento delle opere di urbanizzazione».
Come testimoniano i filmati registrati dalle telecamere di video sorveglianza installate all’esterno della villetta svaligiata, i due ladri arrivati a piedi hanno potuto certamente approfittare del buio della strada: avevano il volto scoperto, ma i cappucci delle felpe tirati su. Il piano è scattato abbastanza presto, poco prima delle due: prima hanno cercato una casa priva di allarme antintrusione, poi hanno aspettato che non passassero auto prima di procedere: hanno alzato una saracinesca al piano terra e con un trapano hanno creato un foro sull’infisso della finestra. Quindi sono scappati a nascondersi per vedere se i rumori avevano svegliato gli inquilini, la famiglia di un manager di un’azienda farmaceutica.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (26 ottobre)