L’ora del giudizio è scoccata. Fissata l’udienza preliminare per l’ex vicesindaco Fabrizio Cirilli e altri dieci indagati nell’inchiesta sulle coop del verde, accusati a vario titolo di abuso d’ufficio e turbativa d’asta. Dopo le richieste di rinvio a giudizio avanzate dai pm Luigia Spinelli e Cristina Pigozzo, il giudice per l’udienza preliminare Laura Matilde Campoli ha fissato l’udienza per il prossimo 9 febbraio e in quella data deciderà se disporre un processo. L’inchiesta prese il via dopo la denuncia presentata il 13 settembre 2014 dall’allora consigliere comunale Gianni Chiarato, a cui ignoti avevano bruciato l’auto, il quale riferì alla squadra mobile di sospettare che quel rogo fosse un’intimidazione compiuta da chi poteva essere infastidito dalla sua attività politica, a partire dai suoi interventi per porre un freno alle spese per la Latinambiente e sulle coop del verde, che lo avevano fatto finire in contrasto con Cirilli.

Il servizio completo in edicola con Latina Oggi (28 ottobre 2016)