Ha scavalcato tutti e intasca il primato della paternità di un’azione concreta in direzione della ripubblicizzazione dell’acqua. Il sindaco di Fondi, De Meo, ha scritto ad Idrolatina e a Veolia comunicando la volontà dell’amministrazione del suo Comune e di Gaeta, Sperlonga, Monte San Biagio, Prossedi, Roccamassima ed altri che non hanno ancora ufficializzato la loro adesione all’iniziativa, ma che si sarebbero già pronunciati a favore dell’idea di acquistare le quote societarie della parte privata di Acqualatina. Stesso obiettivo dichiarato dai sindaci del centrosinistra che però sinora non lo hanno supportato con documenti formali. E resta l’offerta di Acea per 20 milioni di euro.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (29 ottobre 2016)