Un carico proveniente dalla Cina. Questa volta non si tratta di giocattoli o di prodotti di bellezza, questa volta si tratta di griglie da barbecue.
Un carico da 990 pezzi fermato per i normali controlli presso la sede delle Dogane di Aprilia lungo la via Pontina. Una prassi e una misura necessaria specie quando i prodotti giungono da Paesi come la Repubblica popolare cinese in cui le norme a tutela della salute sono spesso non corrispondenti a quelle imposte da Europa e Italia. La nota diramata dall’ufficio doganale riporta che «...nell’ambito delle attività tese alla tutela della salute dei consumatori, i funzionari doganali della Sot - Sezione operativa territoriale di Aprilia, in collaborazione con il personale dell’Usmaf - Ufficio di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera del Ministero della Salute), hanno bloccato l’importazione di 990 griglie da barbecue provenienti dalla Cina, risultate inidonee alla commercializzazione».

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (29 ottobre 2016)