L’impatto con l’auto che lo aveva travolto era stato talmente violento che Alessandro Pattaro, 61 anni di Latina, non è più riuscito a riprendersi e la scorsa settimana si è spento in un letto dell’ospedale Santa Maria Goretti dove è stato ricoverato per più di tre mesi. Le esequie sono state celebrate nel pomeriggio di ieri presso la parrocchia San Pio X di Borgo Isonzo dopo l’esame medico legale di rito.
L’incidente risale alla mattina di martedì 12 luglio e si era registrato lungo la circonvallazione, in pieno centro a Latina, per l’esattezza nella zona dello stadio “Domenico Francioni”. Poco prima delle sette Alessandro Pattaro stava attraversando la strada all’angolo tra piazzale Prampolini e via Dandolo in prossimità delle strisce pedonali quando è piombata su di lui una Renault Clio guidata da M.F., pensionato di 75 anni.
Come ricostruito quella mattina dagli agenti della polizia stradale di Latina intervenuti per i rilievi, l’utilitaria aveva attraversato col verde l’incrocio tra via Volturno e viale Lamarmora e l’automobilista in piena ripartenza non si era reso conto del pedone che attraversava dalla sua destra verso sinistra. «È sbucato all’improvviso da due cassonetti, non l’ho proprio visto quel signore che era a piedi» aveva dichiarato M.F. ai poliziotti.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (1 novembre 2016)