«Il Comune rischia di ledere i diritti dei cittadini sanciti dalla legge». Il coordinatore dell’associazione Contribuenti Antonio Bottoni è l’ennesima voce critica dopo le dichiarazioni arrivate in Consiglio comunale mercoledì da parte dell’assessore ai Lavori pubblici Gianfranco Buttarelli e relative alla questione delle salme da rimuovere nel cimitero comunale di Latina. «Non posso che manifestare forte perplessità a seguito della lettura delle dichiarazioni di Buttarelli in merito alla durata delle concessioni cimiteriali ed, in particolare, all’intenzione di riacquisire il possesso delle sepolture per le quali siano trascorsi oltre 50 anni o, secondo le intenzioni di qualcun altro, appena 30 anni dal decesso» afferma Bottoni.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (6 novembre 2016)