Non una discussione degenerata, un episodio brutale ma frutto esclusivamente dell’ira del momento, ma un’aggressione premeditata. Una vera e propria spedizione punitiva. Voluta dunque e programmata. Questa la convinzione maturata dal sostituto procuratore Valerio De Luca sul ferimento del ventenne Andrea B., finito, il 29 ottobre scorso, con un orecchio staccato a morsi fuori dal locale “I Gufi”, presso il centro commerciale “L’Orologio”. Un’ipotesi avallata anche dal gip Giuseppe Cario, che per tale vicenda, accogliendo la richiesta del sostituto De Luca, ha messo agli arresti domiciliari, con tanto di braccialetto elettronico, Davide Finotti, 20 anni, di Cisterna, accusato di lesioni gravissime.
Per gli inquirenti Finotti avrebbe programmato la feroce aggressione del coetaneo latinense, non avendo accettato che quest’ultimo aveva avuto una frequentazione, fino all’agosto scorso, con la sua ex, conosciuta a Ponza.

Il servizio completo in edicola con Latina Oggi (9 novembre 2016)