Il titolare della Nuoto 2000, Roberto Pellegrini, ha chiesto tramite il legale della società sportiva un incontro con il sindaco Coletta e con il dirigente del servizio Patrimonio del Comune per affrontare la questione della gestione dei due impianti natatori di via dei Mille, la piscina scoperta e quella coperta del Palazzetto dello Sport.
La richiesta, che arriva all’indomani di un braccio di ferro che promette sviluppi giudiziari, ha colto di sorpresa l’amministrazione comunale, che ora si interroga sulle intenzioni della Nuoto 2000: siamo di fronte ad un passo indietro della società sportiva che cerca una forma di mediazione, oppure si è arrivati al punto di rottura definitivo?
Un dubbio che non potrà essere sciolto prima di martedì prossimo 15 novembre, data indicata dal legale di Pellegrini per l’incontro. La vicenda è ormai annosa e verte sui rapporti tra il Comune e la Nuoto 2000 per la gestione delle due piscine, affidate da anni alla società sportiva in virtù di un contratto di concessione che ha fatto seguito ad un progetto di finanza per la realizzazione dell’impianto scoperto. Nel 2012 è emerso che malgrado le statuizioni del contratto le utenze di luce, acqua e gas continuavano a gravare sul Comune. Ne è venuto fuori un contenzioso mai risolto, precipitato nelle scorse settimane con una diffida alla riapertura della piscina scoperta, rimasta chiusa per volontà della Nuoto 2000.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (10 novembre 2016)