Affittava due locali di proprietà comunale ad una società terza per un euro al mese. Queste le motivazioni che hanno portato la Polizia Locale a sequestrare il piano strada della palazzina di via degli Osci, spazi di proprietà del Comune ma che la Cooperativa Cosmopolitan aveva accatastato a proprio nome dopo la realizzazione della struttura nel 2009. Truffa, falso ideologico e distrazione di fondi regionali sono le accuse che pendono sull’ex presidente della coop, Salvatore Forlenza, marito dell’assessore ai Servizi Sociali Patrizia Ciccarelli. L’immobile è stato realizzato attraverso un finanziamento regionale per l’edilizia convenzionata. L’indagine adesso si sposta ai piani alti della palazzina.

(Articolo completo su Latina Oggi del 12 Novembre 2016)